Gli ordini effettuati dal 13 al 21 agosto saranno evasi a partire dal 22 agosto. - Buone vacanze Pharmamedi
Per ordini telefonici, chiama il numero 0825-780833
Orari: lun-sab 9:00-13:00 / 16:30-20:00

Nutraceutica: cos'è e quali benefici apporta al nostro organismo

Nutraceutica: cos'è e quali benefici apporta al nostro organismo

In un’era in cui l’età media aumenta e con essa purtroppo aumentano le malattie, è di fondamentale importanza innalzare la qualità della vita e mantenere la buona salute per prevenirle e allontanarle.

La nutraceutica è una scienza affermata che da anni utilizza prodotti alimentari o sostanze tratte da essi e ne sfrutta le proprietà terapeutiche e preventive. I nutraceutici agiscono su processi basilari della cellula bloccando meccanismi di infiammazione o svolgendo una notevole azione antiossidante. Questo protegge le cellule del nostro organismo continuamente esposte a stress ossidativo e fattori di invecchiamento sia intrinseci che estrinseci.
In tal modo i nutraceutici integrano al meglio l’alimentazione ma in più la arricchiscono e la completano. A volte il contributo nutraceutico può diventare un sostituto alimentare soprattutto per bambini, anziani e per chi è costretto, da stili di vita frenetici, ad una dieta poco equilibrata.

Grazie alle loro proprietà terapeutiche iprodotti nutraceutici riescono a fornire al nostro organismo dei micronutrienti essenziali che lo rendono capace di rispondere meglio agli stimoli di varia natura cui è quotidianamente esposto.

Facciamo un esempio: molti prodotti nutraceutici integrano e stimolano la naturale funzione del Coenzima Q10, fondamentale per il nostro organismo.

Anche detto Ubichinone, il Coenzima Q10 è coinvolto in due meccanismi importanti:

-nel meccanismo di produzione di energia cellulare, in quanto interviene nella catena di trasporto degli elettroni
-nel meccanismo di ossido-riduzione in quanto è un potente antiossidante, in particolar modo per i tessuti lipidici, quali i tessuti muscolari e cardiaci.

Il coenzima Q10 è consigliato sia nei soggetti sani che nei soggetti con patologie. la concentrazione di coenzima Q10 tende a diminuire con l’età e con le patologie cardiovascolari e neuronali.
Nei soggetti sani è consigliato quindi soprattutto agli sportivi ed agli anziani mentre nei soggetti con patologie è consigliato in caso di ipertensione per regolarizzare la pressione arteriosa, in caso di insufficienza cardiaca e in caso di utilizzo di statine in quanto queste inibiscono la sintesi del mevalonato che è un precursore del coenzima Q10, riducendo quindi la sua sintesi fino al 40%.


Lascia un commento